L'accoglienza è una prima fase del processo di integrazione dei bambini neo - immigrati nella scuola.
L'insufficiente padronanza della lingua italiana non può costituire un limite o una penalizzazione per queste bambine e questi bambini: vanno riconosciute e apprezzate le loro competenze motorie, cognitive e socio - affettive, va stabilita una prima relazione, presupposto per l'avvio di un percorso formativo.

Il mediatore culturale è una delle nuove risorse per la conoscenza dell'alunno e, più in generale per la gestione positiva delle relazioni interculturali. Per utilizzarne pienamente la funzione ricca e delicata è stato necessario riconoscergli un ruolo specifico e centrale nel processo comunicativo ed educativo, progettando con lui l'intervento in un'ottica di lavoro integrato, valorizzando la sua presenza e non riducendolo ad operatore per l'emergenza e con deleghe improprie.
In questo senso è stato importante il percorso avviato all'interno del gruppo intercultura, composto da insegnanti rappresentanti di tutti gli Istituti e circoli didattici di Ravenna Cervia e Russi, che ha ritenuto necessario riflettere insieme ai mediatori SUL LORO RUOLO: il mediatore linguistico-culturale cosa fa, con chi opera, con quali funzioni.
Più il mediatore opera accanto agli insegnanti e nell'ambito di un progetto definito, condiviso, realizzato e verificato insieme, meglio può giocare un ruolo di tramite e "ponte", di facilitatore comunicativo, evitando meccanismi di delega del "problema stranieri" a "Specialisti".

Si è cercato di promuovere la possibilità di un lavoro comune e concordato, dove la figura del mediatore con quella dell'insegnante, hanno avuto ruoli complementari e di supporto reciproco.
Si è cercato anche di avviare un processo formativo per mediatori, con un primo corso volto a fornire strumenti operativi per la conoscenza degli alunni neo-arrivati. Attraverso questo corso si è inteso contribuire allo sviluppo di competenze relative alla prima fase di accoglienza, rendendoli capaci di offrire una consulenza finalizzata alla conoscenza degli alunni, attraverso colloqui con le famiglie e con i bambini e predisponendo alcuni strumenti che aiutano a delineare la biografia personale, scolastica e linguistica dell'alunno.

Da parte del gruppo dei mediatori, vi è stato un ulteriore sforzo nella ricerca di qualificare la loro professionalità da un lato, dall'altro di organizzare e gestire un servizio puntuale e abbastanza attento alle richieste provenienti dalle scuole.

Il servizio è gestito da'associazione di mediazione culturale "TERRA MIA" con un coordinamento ed un supporto tecnico e logistico da parte della Casa delle Culture.

SERVIZIO DI MEDIAZIONE LINGUISTICO CULTURALE SCOLASTICO

Il servizio è gestito dall'Associazione "Terra mia" e offre interventi di sostegno per l'inserimento e l'integrazione dei bambini stranieri della scuola in collaborazione con insegnanti e Dirigenti Scolastici delle scuole dell'obbligo dei Comuni di Ravenna, Cervia e Russi, nonche un servizio di traduzioni in più lingue.
Tel. 0544-597270

mail: simonatarabusi@gmail.com

Orari di apertura:

lunedì, martedì, mercoledì, giovedì e venerdì: ore 9,00 - 13,00


ACCEDI A DOWNLOAD MATERIALI E STRUMENTI:

Kit prima accoglienza per i bambini stranieri neoarrivati.

Per gli alunni neoarrivati: Schede comunicazione scuola - famiglia


<< ritorna alla home page

©2004 - Casa delle Culture, Piazza Medaglie d'Oro 4 - Ravenna. tel. 0544-591876, fax 0544-423869